Opuscolo sul fegato

Inviato da fernandomarra on Thu, 07/28/2011 – 12:48

L’esigenza di questo libretto è nata dalla necessità di conoscere e comprendere quali siano i possibili rischi di danno del fegato nei pazienti affetti da deficit di alfa1 antitripsina (AAT). Conoscere in modo più approfondito la propria condizione di salute, significa poter prevenire e, se è poi necessario, curare, con l’obiettivo di prolungare il benessere e la qualità della vita.

I moderni e talora scorretti stili di vita hanno condizionato un aumento dei fattori che danneggiano il fegato (alimentazione scorretta e obesità, virus epatitici, abuso di alcol, di farmaci, di droghe, sedentarietà), riflettendosi in un rischio maggiore di danno epatico se associati anche a deficit di AAT.

Una più approfondita analisi di che cos’è il deficit di AAT e delle eventuali alterazioni cellulari epatiche esistenti consentirà di capire perché il fegato va indagato presto, al fine di scoprire in anticipo questa rara condizione e quanto sia importante lo screening dei familiari per iniziare precocemente un’azione preventiva in grado di ritardare o evitare la successiva compromissione polmonare.

La sezione con il glossario dei termini medici aiuterà ad interpretare le indagini strumentali e di laboratorio richieste per arrivare alla diagnosi di malattia epatica. Infine, in presenza di malattia epatica iniziale o evoluta, scopriremo quali siano i sintomi di allarme, le possibili complicanze e la loro gravità e le relative terapie attualmente disponibili.

Un sentito ringraziamento alle Dr.sse Federica Benini, Giovanna Lanzani e Cristina Paterlini,

fegato-e-alfa1at